Qui mi sono proprio divertita.

Uno dei poliziotti conosciuti durante l’Open Day della Polizia Locale, originario della provincia di Bari – quello che mi ha contattata, e che ha fatto da tramite fra il Comando e me per le modifiche da apportare all’illustrazione della locandina – mi ha commissionato il disegno di un ulivo secolare, come se ne trovano nella sua terra, da realizzare a china, mezzo espressivo preferito anche da suo padre. E come potevo rifiutare, con un soggetto del genere?

Alla fine, dopo avere vagliato diverse fotografie, ho scelto di disegnare due ulivi, uno davvero secolare e tutto annodato, l’altro, più piccolo e giovane, sullo sfondo a fargli compagnia. Come di solito, della foto originale è rimasto poco, mi è servita semplicemente da ispirazione – mi piace, mentre disegno, cercare nuove soluzioni man mano che procedo; talvolta, è il disegno che si disegna “da sé”, mentre io sono soltanto un tramite. E come di solito, dato che non è una novità che, oltre le persone, mi piaccia disegnare la natura, mi sono divertita un sacco, e spero che il mio committente lo possa recepire e lo apprezzi.

Il disegno originale è stato realizzato su un foglio di carta Fabriano fina – cold pressed con cotone, 200 gr./m2,  dimensioni 305 x 455 mm, con il mio solito inchiostro Winsor & Newton, usando per lo più il mio pennino preferito, sottile ma morbido, con qualche tocco di pennello per i neri più estesi, che non sono molti.

Nelle immagini qui di sotto, in successione, ho inserito una fotocopia ridotta ad A4 (le dimensioni del mio scanner), più due foto dell’originale: una scattata in giardino, una in casa. Decisamente, la fotografia non è il mio mestiere…

Due ulivi secolari - illustrazione a china
Due ulivi secolari - illustrazione a china
Due ulivi secolari - illustrazione a china

Lascia un commento